Ottoblog.it

Il blog libero dei cittadini di Ottobiano (PV)

Archivi per novembre, 2008

LA PRIMA NEVE.

Scritto da ottoblog.it il 24 novembre 2008

01 VIALE   02 VIALE   01 CIMITERO    02 CIMITERO   03 CIMITERO     04 CIMITERO

Pubblicato in FOTOGALLERY, La prima neve | Nessun commento »

LADRI DI BICICLETTE

Scritto da ottoblog.it il 24 novembre 2008

Locandina del film

“Ladri di biciclette” un capolavoro del 1948 di Vittorio De Sica.

2008 rubano ancora le biciclette. 

In ordine cronologico : rubata al cimitero e non ritrovata, rubata davanti alla casa di riposo e non ritrovata, rubata al cimitero e ritrovata 10 giorni dopo nel fosso che passa vicino alla pista dei kart, l’ultima è stata rubata sabato il 22 novembre davanti all’asilo mentre la proprietaria era a messa. 

Più che ladri sono degli stupidi.

LA PRIMA LEGGE FONDAMENTALE della stupidità umana asserisce senza ambiguità di sorta che: Sempre ed inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione.

Pubblicato in LA POSTA DI OTTOBLOG, Ladri di biciclette | Nessun commento »

CASTAGNATA ALL’ORATORIO

Scritto da ottoblog.it il 24 novembre 2008

02 La castagnata 03 La castagnata 04 La castagnata

Buone le castagne arrostite da James, pero’ buono anche il vin brulè del Renzo.

Pubblicato in Castagnata, FOTOGALLERY | Nessun commento »

I COLORI DELL’AUTUNNO

Scritto da ottoblog.it il 13 novembre 2008

01 Viale       02 Viale        03 Viale        04 Allbero

Che bello spettacolo  ci offre la natura, e a volte noi la “maltrattiamo”. 

Pubblicato in FOTOGALLERY | Nessun commento »

95 CITTADINI SCRIVONO AL SINDACO

Scritto da ottoblog.it il 10 novembre 2008

Il Sindaco ha chiesto di pubblicare nel blog di Ottobiano la lettera firmata da 95 cittadini ricevuta nei giorni scorsi. Lo scopo è quello di creare un dibattito costruttivo.

ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

DI OTTOBIANO

PIAZZA ITALIA, 1

OTTOBRE 2008

Tra i molti malesseri della nostra società c’è il comportamento preoccupante dei nostri adolescenti. Li vediamo vagare per le strade del nostro paese, senza mèta e senza scopo, di giorno e di notte. Urlano, strepitano, disturbano la quiete notturna, danneggiano il bene pubblico e privato. Lo fanno per noia, protagonismo o moda; ma sostanzialmente per stupidità. E non senza il nostro tacito consenso. Forse ricevono dal mondo degli adulti dei pessimi modelli. Forse non abbiamo saputo dar loro buoni esempi o buoni principi. Fatto sta che non hanno riferimenti positivi e non stanno alle regole del vivere civile. Per ora sono solo sciocchi, ma possono diventare pericolosi (altrove già avviene!), proprio perché inconsapevoli e lasciati a sé stessi. In qualche modo è indispensabile intervenire. Per educarli è forse tardi,fermarli è complicato, ma che almeno li si renda innocui, li si scoraggi, li si riconduca a più miti consigli. E’ un dovere morale che coinvolge tutti gli ottobianesi adulti che vogliono vivere secondo le regole della civile convivenza. Stare a guardare o limitarsi - come fin qui si è fatto - a critiche o lamentele è un atteggiamento vile e anche colpevole perché ci rende complici. Anche dire che sono ragazzate è un modo per fare gli struzzi. Infatti qui non si tratta più di maleducazione o di monellerie: qui ci sono i segnali di un fenomeno nuovo fatto di emulazione al negativo, di protagonismi nel fare danni, per emergere nel branco attraverso atti di teppismo e di spavalderia. Il silenzio degli adulti, la nostra indifferenza, non può che favorire il dilagare del fenomeno. PERTANTO CHI MAL SOPPORTA QUESTI COMPORTAMENTI SREGOLATI INTERPELLA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE AFFINCHE’ INTERVENGA PER LA PARTE CHE LE COMPETE. NUOVE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE CONSENTONO AI SINDACI DI STABILIRE ORDINANZE MOLTO EFFICACI. Si cerchi di mettere a punto, insieme, una strategia del buonsenso. Innanzitutto si tenti un dialogo sereno con gli interessati ( sappiamo tutti chi sono e comunque è facilissimo individuarli senza ricorrere a alle telecamere), convocandoli per farli ragionare. Se non basta coinvolgano le loro famiglie, che per prime dovrebbero moderarne i comportamenti. Se ancora non bastasse si coinvolgano quelle forze che, per ruolo, sono specialmente deputate al controllo ed eventualmente all’intervento, anche attraverso -là dove necessario - sanzioni pecuniarie. Si provveda anche a ridare ai giardinetti e ai viali - méta di vagabondaggi, ritrovi e bivacchi - la loro originaria funzione di verde pubblico regolamentato. Non sarà facile modificare questo nuovo malcostume diffuso e diffusivo, ma ci sembra indispensabile provarci - e provarci seriamente! - per rimediare a un andazzo che può solo procurare futuri disagi sempre più gravi, sempre meno controllabili. UN GRUPPO DI OTTOBIANESI Seguono 95 firme.

Pubblicato in Il Sindaco ci scrive, LA POSTA DI OTTOBLOG | 13 Commenti »

 

Bad Behavior has blocked 59 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok